Davide Oldani

Davide Oldani

Davide Oldani, chef del D’O di Cornaredo, ama mescolare la cucina all'etica, fornendo un'alta qualità ad un prezzo ragionevole.

Nato a Milano, classe 1969, a 16 anni giocava a calcio in C2. Ma dopo una brutta frattura, si è interessato alla cucina e ha cominciato la propria carriera di chef da Gualtiero Marchesi. Poi l'esperienza internazionale: con Albert Roux al Gavroche di Londra, con Alain Ducasse al Louis XV di Montecarlo, con Pierre Hermé al Fauchon di Parigi. E poi ancora gli Stati Uniti, Tokyo, Barcellona.

Nel 2003 è tornato nel suo paese d'origine, Cornaredo (MI), e ha aperto il D'O, ristorante dall'arredamento di design che unisce l'altissima qualità ai prezzi contenuti. Nel 2004 si è aggiudicato una stella Michelin e nel 2008 ha ricevuto l'Ambrogino d'Oro del Comune di Milano. Ha tenuto lezioni di Filosofia del marketing destrutturato all'Università Cattolica di Milano e di Design allo IED, e ha scritto diversi libri: "Cuoco andata e ritorno", "La mia cucina POP", "POP", e "Il giusto e il gusto.

La cucina di Davide Oldani è stata definita pop. A riguardo, egli ha scritto: "Se rivalutare il territorio, le diverse zone che contraddistinguono il Paese dal punto di vista gastronomico, con le sue materie prime più povere e più umili (e umiliate!), ha una valenza pop, allora ci sto. Chiamatemi pure cuoco pop e ne sarò orgoglioso, perché mi sa di popolare nel senso più tradizionale del termine".