La storia della Corrida

La storia della Corrida

La Corrida è nata nel 1968 in versione radiofonica, su idea di Corrado Mantoni e del fratello regista, Riccardo. La prima puntata è andata in onda dagli studi Rai in via Asiago a Roma il 4 Gennaio 1968 sulla seconda rete della Rai (Radio 2), ed è stata trasmessa fino al 1979. La sigla ufficiale è rimasta nella memoria collettiva degli italiani: "La Corrida, dilettanti alla sbaraglio presentati da Corrado".

La peculiarità della trasmissione era che i partecipanti non erano "provinati" ed erano scelti vagliando le migliaia di cartoline postali che arrivavano in redazione ogni giorno.

La versione televisiva del programma ha preso il via nell'estate del 1986 su desiderio di Silvio Berlusconi e con qualche titubanza iniziale di Corrado (passato a Mediaset nell'82), che temeva la perdita di spontaneità dei concorrenti davanti alle telecamere. Le puntate previste erano tredici (tutte in onda su Canale 5), divenute negli anni, in alcuni casi, anche 15. Vedevano la partecipazione a ogni serata di otto "dilettanti" e di due ospiti famosi (attori o presentatori e cantanti): tra gli altri ricordiamo: Alberto Sordi, Nino Manfredi, Vittorio Gassman, Monica Vitti, Gina Lollobrigida, Raffaella Carrà, Gigi Proietti, Carla Fracci, Giorgio Albertazzi, Gino Bramieri, Giulio Andreotti, Enzo Biagi, Renzo Arbore, Ferruccio Amendola, Virna Lisi, Christian de Sica, Massimo Boldi, Ornella Muti, Arturo Brachetti, Maurizio Costanzo.

Nel 1988 hanno debuttato i famosi balletti del pubblico, mentre dal 1992 sono iniziati i giochi telefonici da casa, diventati con il tempo un vero appuntamento cult per i telespettatori, ed il televoto.

La prima diretta c'è stata nel 1992 dagli studi di Cinecittà di Roma e, due anni dopo, nel 1994, gli autori hanno deciso che la trasmissione non avrebbe avuto più ospiti famosi.