Pasqualino Maraja'

Un Certo Pasqualino Pescatore

Viveva In Assoluta Poverta'

Però Sentiva Sempre In Fondo Al Cuore

Qualcosa Che Diceva "Un Dì Verra' "

 

E Un Bel Di' Giunse A Sorrento

Una Principessa Indiana

Sopra Un Grosso Bastimento

La Bellissima Kalì

 

Pasqualino La Guardò

E Kalì S'innamorò

Ed In India Lo Portò

 

Pasqualino Maraja'

A Cavallo All'elefante

Con In Testa Un Gran Turbante

Per La Jungla Se Ne Va

 

Pasqualino Maraja'

Non Lavora E Non Fa Niente

Fra I Misteri Dell'oriente

Fa Il Nababbo Tra Gli Indù

Ndu Du Dun Dun Dun Dun Da

Ulla! Ulla! La

Ulla! Ulla! La

 

Cento Casse

Di Diamanti Grossi Grossi

Mentre Principi Potenti

Gli S'inchinano Davanti

Lui Si Fuma Il Narghile'

Eh Eh Eh

Eh Eh Eh

 

Pasqualino Maraja'

Ha Insegnato A Far La Pizza

Tutta L'india Ne Va Pazza

Solo Pizza Vuol Mangiar

 

Pasqualino Marajà

Ha Imparato A Far L'indiano

E Da Buon Napoletano

Chiama Tutti "Ué Paisà"

 

Ulla! Ulla! Ulla! La

Ulla! La La La