Maretta Scoca

Maretta Scoca

Maretta Scoca, nata in una famiglia di giuristi impegnati anche nella politica attiva, si è laureata in giurisprudenza col massimo dei voti e la lode: è avvocato civilista e specializzata nel diritto della persona e della famiglia. Patrocinante in cassazione, si è sempre dedicata con particolare impegno alla salvaguardia dell'unità familiare ed alla tutela dei minori.

Tra gli incarichi da lei ricoperti, quelli di deputato al Parlamento della Repubblica nella XII e XIII legislatura; di osservatore parlamentare alla Quarta Conferenza Mondiale sulle Donne tenutasi a Pechino nel 1994; di rappresentante dei cattolici italiani alla Conferenza delle Religioni Pan–Islamica tenutasi nel 1994 a Khartoum (Sudan); di Sottosegretario al Ministero di Grazie e Giustizia (ottobre 1998 – dicembre 1999), dove ha presieduto la Commissione Ministeriale per le modifiche ordinamentali del diritto di famiglia; di Sottosegretario al Ministero per le Attività e i Beni Culturali; di Vicepresidente della Commissione permanente Affari Costituzionali della Camera dei Deputati; di membro laico del Consiglio di Presidenza della Corte dei Conti; di Presidente dell’Istituto Giuridico per la Tutela della Persona e della Famiglia.

Attualmente tiene corsi di specializzazione per l'Università "La Sapienza" di Roma e per l'Università LUMSA.

E' sposata, madre di due figlie e nonna felice della nipotina Giorgia: la sua più grande passione è leggere, al punto tale che lei stessa si definisce un "topo di biblioteca". Ama la natura, gli animali ed è molto affezionata ai suoi due cani.